The great landslide of Piz Cengalo

“La gente guarda sempre in alto, verso le Sciore, il Cengalo, il Badile, granito che scintilla contro il sole di mezzogiorno ma è in fondo alla Bondasca che tutte quelle pietre arrivano, prima… Continua a leggere

Civetta

La nord ovest della Civetta, incombente sul paese di Alleghe e il suo lago, è la cosidetta “parete delle pareti”. I primi a percorrerla nel punto più alto furono Solleder e Lettenbauer nel 1925.  La loro… Continua a leggere

Grande di Lavaredo

La Cima Ovest di Lavaredo è un meraviglioso balcone panoramico sulla vicinissima Cima Grande e su tutte le dolomiti di Sesto. Bisogna però conquistarselo per la bella e per niente scontata via ‘normale’ firmata nel lontano 1879… Continua a leggere

Marmolada

Micheluzzi, Vinatzer, Soldà, Gogna, Messner, in un colpo d’occhio la storia dell’alpinismo nella più monolitica e solare parete delle Dolomiti. Ma è anche bello pensarla come una fortezza nei deserti di Buzzati o semplicemente… Continua a leggere

Grands Charmoz

La parete nord dei Grands Charmoz precipita per novecento metri sul piccolo ghiacciaio della Thendia con un formidabile appicco quasi verticale di ghiaccio e roccia. Il 5 agosto del 1881 Mummery, Venetz e… Continua a leggere

Pelmo

Nel 1860 la guida locale, Giovanni Battista Giacin detto Sgrinfa aprì le porte alla vetta del Pelmo a sir John Ball, attraverso il vertiginoso e celebrato percorso di cengia che poi avrebbe preso il suo nome.… Continua a leggere

Campanile Basso

La prima salita del Campanile Basso fu per lungo tempo un tabù alpinistico, finché Ampferer e Berger nell’agosto del 1899, con grande coraggio e non senza fatica, guadagnarono la vetta. La vista di questo… Continua a leggere

Cervino

Una delle più iconiche montagne della terra raffigurata dal versante svizzero della Cresta dell’Hörnli.

Agnèr

Agnèr, in questa regione delle Dolomiti, è un termine che significa “pascolo per gli agnelli”. E’ un gigante di pietra con pareti alte fino a 1500 metri a precipizio sulla valle San Lucano di Agordo.

Cervino

Celebrato e fotografato da ogni lato “il più nobile scoglio d’Europa” è la montagna per eccellenza, con quattro pareti e quattro creste. Qui raffigurato da sud ovest dove sale la via normale italiana… Continua a leggere

Lavaredo

La trinità simbolo delle Dolomiti nella classica visione da nord.

Bosconero

Sasso del Bosconero, Rocchetta Alta e Sasso di Toanella compongono una triade che ha ben poco da invidiare ai gruppi dolomitici più celebrati, l’ambiente è quello più genuino delle Dolomiti Meridionali con quote minori… Continua a leggere

Pelmo

Il Pelmo è stata la prima cima dolomitica ad essere scalata, dall’irlandese John Ball nel 1860. Il “caregòn de’l padreterno” è qui visto dal Lagazuoi,  da nord, le cui fredde pareti sono percorse… Continua a leggere

Dru

Gigantesca piramide rocciosa, l’Aiguille du Dru è una delle più pure meraviglie della catena del Monte Bianco

Grand Capucin

Il Grand Capucin è un obelisco di granito rosso situato nel massiccio del Monte Bianco.  La parete est è quella più alta e di maggior interesse alpinistico. Qui, nel 1951, fu tracciata la… Continua a leggere